Questi giovani di ieri.

Così dò loro la colpa di non avermi «allenato»

Né il professore che sigla questa lettera «S.B.», né Mario Calabresi cui la lettera è indirizzata, né il professor D’Avenia che risponde, né immagino il correttore di bozze e chi ha messo in pagina l’articolo, hanno ritenuto di dover correggere quell’accento messo un po’ a casaccio. Ci starebbe bene un lieto fine: uno degli studenti definiti «vecchi, morti dentro, sembra abbiano vissuto tutto e nulla possa più sorprenderli» e descritti come incapaci di distinguere un angolo a 60° da uno retto, e invece bravissimi a fare battute e a dormire, domattina fa trovare sulla cattedra una copia de La Stampa di oggi, pagina delle lettere, e l’errore cerchiato in blu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *