Febbraio 26, 2013

Il nuovo corso democratico a cinque stelle.

In questi giorni ho sempre “un paio di cose” da scrivere. Oggi su Grillo e i grillini, trionfatori delle ultime elezioni. Partiamo da Grillo, ché mi sembra quello che ha più confusione in testa. Riguardo la composizione del nuovo governo, ad esempio:

“Lo dirò a Napolitano”. Il soggetto qual è? Grillo per caso? O non ho capito bene io o si è spiegato male lui, ma vorrei sapere in quale ruolo parlerà a Napolitano. Quello del candidato non credo, visto che non era candidato. Quello del Presidente del Consiglio? Nemmeno, non mi risulta fosse lui (ma mi potrei sempre sbagliare ed essermi perso una giravolta prima della presentazione delle liste). Mi pare di ricordare che lui non fosse candidato a nulla, ecco. E sono quasi certo che Napolitano i semplici cittadini non li riceva per delle consultazioni.

E poi, sempre via Twitter:

“Assisteremo”? Come, inermi? Siete il primo partito. Se non vi è chiaro, gli Italiani vi hanno chiesto di governare. Insomma, dopo il tempo della protesta è arrivato quello di prendersi qualche responsabilità. Vi spaventa, per caso? A me moltissimo. Ma “assisteremo” sa già di resa. E la rivoluzione?

Poi c’è la questione democratica. Oddio, non vorrei fare quello allarmista o che grida al pericolo della democrazia. Se c’è qualcosa in pericolo, con il M5S, è il senso della decenza e credo che non mancheranno di dimostrare la fondatezza di questa preoccupazione. Però, ecco, oggi su FB leggevo un grillino che si chiedeva dove fossero tutti quelli che avevano votato Pdl, perché lui in due giorni ne aveva “beccato” (sic!) solo uno e voleva dunque sapere “dove sono nascosti” (sic!) gli altri. Ecco, a questa gente mi verrebbe da rispondere così: ma dopo “averli beccati” da “dove sono nascosti” cosa avete intenzione di fare, di corcarli di mazzate? E’ una curiosità la mia, più che altro, giusto per sapere come dobbiamo adeguarci noi persone normali con questo nuovo corso democratico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *