Giugno 26, 2013

Più di Classic Rock. Mejo di Classic Rock.

Giusto a conferma di quanto, in qualche modo, avevo scritto qui, oggi pomeriggio il direttore di Rolling Stone Italia ha twittato la copertina del prossimo numero:

E così mi è venuto in mente questo bel giochetto (lo limitiamo al 2013):

Luglio 2013 – Rolling Stones
Giugno 2013 – Black Sabbath
Maggio 2013 – Deep Purple
Aprile 2013 – Depeche Mode
Marzo 2013 – David Bowie [a meno di un anno di distanza dall’ultima volta: Maggio 2012, con inchiestina del menga “Che fine ha fatto David Bowie?”]
Febbraio 2013 – Led Zeppelin
Gennaio 2013 – I cento migliori chitarristi di sempre (con foto del no.1: Jimi Hendrix)

Fossi gli Uriah Heep, partirei con le lamentele.

Edit — sono le 20.08 di venerdì 28 giugno. Oggi pomeriggio mi sono trovato casualmente in edicola e, mentre attendevo il mio turno, curiosando tra gli scaffali ho visto la copertina gialla del nuovo numero di Rolling Stone. Proprio quello che qui sopra prendevo un po’ per il culo. Ho allungato la mano, l’ho presa e lo mostrata alla tizia che nemmeno conosceva il prezzo — no, non infierisco, non ancora.
Insomma, mi sono detto: “vogliamo o no leggerla questa strepitosa intervista rivelatoria ai Rolling Stones?!”. Copia acquistata. Per poi scoprire — il dubbio nel frattempo m’era venuto, ma uno non si sente così di merda fino a che non si trova davanti al fatto compiuto — che l’intervista è l’ennesimo riciclone che arriva diretto dalla casa madre, e che la si può leggere in lingua originale qui. E sì che pure il Corrierone, qualche giorno fa, ricevuto al desk spettacoli il comunicato stampa dell’uscita dell’intervista degli Stones sul numero italiano del magazine, ci aveva fatto un bel paginone (a proposito: complimenti a Mara Vitali Comunicazione).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *