Settembre 27, 2014

Mandami una e-mail.

A costo di sembrare noioso, accolgo l’ironico suggerimento di Swissmiss per ribadire che un buon modo per avere una mail ignorata dal sottoscritto è quello di allegare una gif animata. Sono da tempo un sostenitore delle e-mail, proprio perché intrinsicamente differenti da tutto il resto delle comunicazioni facilitate (Facebook, Twitter, SMS/Whatsapp) che avvengono in rete. Del resto, che il mezzo sia il messaggio non me lo sono certo inventato io. E allora a me piace ricevere — e dunque inviare — e-mail che abbiano una forma. Che non contengano le kappa al posto delle cì, che limitino al minimo (possibilmente tendendo allo zero) l’uso di emoticon (sia grafiche che con i soli caratteri). Del resto ho installato Facebook Messenger da poco, se uno che ha la mia mail mi scrive una finta mail su Fb ottiene un livello di certezza di essere ignorato vicino all’80%, detesto i gruppi su Whatsapp dove il livello della conversazione trasecola nel giro di due-tre messaggi.

Per tutto questo c’è il venerdì sera al pub: e rientra in quel tipo di attività sociali che, dicono, sono uccise dai social network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *