Pensate (non troppo) positivo

Gabriele Oettingen mette in guardia sui rischi del pensare (troppo) positivo:

Il pensare positivo inganna la mente e le fa percepire di aver già raggiunto l’obiettivo, allentando invece la tenacia nel perseguirlo.

Alcuni critici del ‘pensare positivo’ hanno consigliato alle persone di abbandonare tutte le belle chiacchiere e fare invece un bel bagno di realtà soffermandosi sulle sfide e sugli ostacoli. Ma questa sembra essere una correzione troppo estrema. Gli studi hanno dimostrato che una strategia del genere non funziona meglio rispetto ad avere troppi pensieri positivi.

Cosa invece funziona bene è il mantenere un approccio ibrido che combina il pensare positivo con il realismo. Ecco come funziona. Pensate ad un desiderio. Per qualche minuto, immaginate che questo si realizzi, e lasciate che la vostra mente si abbandoni ad esso e si faccia trascinare. Quindi invertite le marce. Spendete qualche altro minuto immaginando gli ostacoli che si interporrebbero sulla via che conduce alla realizzazione del vostro desiderio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *