Archivio tag: EAI

Gesto amplificato.

Quando David Sylvian pubblicò Manafon (2009), allegò all’edizione deluxe del disco Amplified Gesture, un documentario di Phil Hopkins che voleva essere un’introduzione alle sonorità dei musicisti che presero parte alle registrazioni dell’album. Il disco, infatti, rappresentò un deciso passo in avanti verso le musiche sperimentali e di confine, ancor più rispetto a quanto fatto con Derek Bailey e risultato nel precedente Blemish.

Questo film-documentario, nella sua ora scarsa, era composto prevalentemente da interviste ai musicisti, nelle quali raccontavano cosa li aveva spinti ad intraprendere un percorso di improvvisazione musicale, quali fossero le loro influenze, la loro storia, il loro suono — ricordo, a proposito, la parte in cui la giapponese Sachiko M spiegava il significato del suo suono, generato dai feedback di un mixer le cui uscite erano collegate agli ingressi (no-input mixing board).

La schiera di appassionati conosceva già molte delle storie e dei personaggi raccontati nel film, che era essenzialmente rivolto ai fan di Sylvian a mo’ di introduzione a questo (ennesimo) cambio di sonorità. Proprio per questo motivo non ho mai capito la scelta di distribuirlo solo con l’edizione deluxe o di non commercializzarlo separatamente Il 21 gennaio prossimo esce in DVD per Samadhi sound.. Avrebbe avuto una circolazione decisamente più alta. Fortunatamente — non sto nemmeno ad addentrarmi nella questione se questo tipo di cose debbano o meno essere fatte — qualcuno l’ha messo su Youtube.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=0e60eKflPfo&w=560&h=315]