Archivio tag: rick astley

Digressioni.

Nel 1987 avevo quattro anni, anche se tecnicamente il 3 agosto di quell’anno ne avevo ancora tre. I quattro li avrei fatti solamente un paio di mesi dopo. Tutti noi ci ricordiamo di quando eravamo piccoli, ma spesso è un ricordo frammentario. Non abbiamo una narrazione continua delle cose che ci capitano da grandi, figuriamoci di quelle successe da piccoli. Ci rimangono dei flash, delle immagini, delle impressioni che ad una improbabile verifica con la macchina del tempo si rivelerebbero peraltro sbagliate.

Però io di quel 1987 ricordo perfettamente una cosa. Ero con mia mamma al supermercato, dovevamo fare la spesa — lei, più che altro. Ed è probabile che già a tre anni la trascinassi al reparto dei dischi. Piccola digressione: una volta il supermercato del mio paese aveva un reparto di dischi pazzesco, nulla a che vedere con i cestoni di ora. Un reparto che è durato fino ad una decina di anni fa. Lì ci ho comprato tutti i miei primi dischi, compresa una raccolta dei Sex Pistols che uscì a fine 1995, preannunciando il celebre Filthy Lucre Tour dell’anno successivo. Fine della digressione. Dicevamo: ero nel reparto dei dischi con mia mamma, e la supplicavo di comprarmi il 45 giri di un brano pazzesco, forse il più suonato di quel tempo e sicuramente il più suonato in casa mia con il mio mangiadischi da campeggio. Uscì il 3 agosto di quell’anno. Era questo brano.

Ho poi scoperto che quel 45 giri lì lo possedevano in molti, anche i più insospettabili. Altra digressione: ci sono due 45 giri che tutti hanno avuto, da quelli che poi si sono messi ad ascoltare black metal a quelli che invece sono il peggio dell’indiesnob. Uno è Never gonna give you up di Rick Astley, l’altro è The look dei Roxette. Fine della seconda digressione.

Perché tutto ciò? Perché oggi pomeriggio mi sono imbattuto in questo video, l’ho salvato da qualche parte con la promessa di farne qualcosa ed eccoci qui. Dovessi aggiungere un’altra cosa direi che l’uomo col tempo è nettamente migliorato.