Fate con calma.

Il 10 novembre Il Sole 24 Ore apriva, insolitamente, con un titolo a nove colonne:  “Fate Presto”. Un appello rivolto al neo presidente del Consiglio Mario Monti a fare in fretta con le emergenze da risolvere visto che, aggiungo io, sarebbe dovuto essere quello il motivo per cui era stato incaricato di presiedere il governo.

A distanza di 15 giorni, non essendo ancora stato fatto molto (nulla, a dire il vero, a parte ciò che pare sappiano solo Monti, Merkel e Sarkozy ma non gli italiani: è questo il prezzo del commissariamento della democrazia) Il Foglio pensa bene di sbeffeggiare quella prima pagina, rivolgendo l’appello a prendersela con comodo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *